Friday, August 31, 2012

CARA TI AMO

Ed altre storie tese.


Le frasi in rosa sono di Mamaspice.
Quelle in blu sono di Lupodimare.

Lavoro, allevo quattro figlie da sola per sei mesi l'anno, le porto a balletto, a calcio, a ginnastica, a piano, lavo i piatti e non mi lamento.......
Che palle!

Mi licenzio, non faccio un cazzo dalla mattina alla sera, non cucino per nessuno e mi compro le scarpe di Calvin Klein.
Ti amo!!!



Le cose che Perseypony dice.
(Perseypony ha nove anni, quasi dieci, ed uno spiccato tempismo comico - a propria insaputa)

#1 Mamma, ma noi siamo Messicani?

#2 Mamma, ma tu sei una femmina?

#3 Mamma, se non diventi una scrittrice, potresti per favore fare la barista da Starbucks?

#4 E poi, l'altra sera, curiosando nel forno: Mamma, che meraviglia e che profumino, quando hai imparato a cucinare?
(peccato che quella sera stava cucinando la figlia #1)

DARLING I LOVE YOU

And other stories.

Conversations between an hypothetical couple; let's name them Mamaspice and Sam iAm.
The lines in pink belong to Mamaspice.
The ones in blue belong to Sam iAm.

I go to work, raise four children by myself for six months a year, take them to ballet, soccer, gymnastics, piano and wash the dishes without complaining......
Boring!

I quit my job, don't do shit all day, don't cook for anybody and only buy designer shoes.
I love you!!!!


S@#t Perseypony says.
(Perseypony is a nine year old with an uncanny comic timing- uncanny to her, not to us).

#1 Mom, are we Mexicans?

#2 Mom, are you a girl?

#3 Mom, if you don't become a writer could you PLEASE work at Starbucks?

#4 Last night, peaking inside the oven: Mom, how wonderful, it smells delicious: when did you learn how to cook? (Too bad daughter #1 was cooking last night).

Monday, August 27, 2012

MY COLDEST WINTER

My coldest winter, I'm pretty sure has been a January in Bologna, Italy.
Mark Twain's coldest winter is quoted to have been an August in San Francisco. I doubt Mr. Twain has ever been in Bologna around Christmastime (and the quote is apochryphical anyway).
Having said that, I don't feel like dismissing the effect of the summer fog in the city.
This kind of fog has horsepower, it does not creep around your back: it punches you straight in the face.
And the hotter is around the city, the thickest is the fog. To be rid of the fog there should be a nice ice age in the remaining parts of California.
What are the odds? Furthermore, inside the city limits, not all neighborhoods have been created equals. Some of the neighborhoods don't see a ray of sun for a good three months; others have a window of sun between eleven in the morning and four in the afternoon; in the Mission is like Rio de Janeiro, with the palm trees and the carnaval. If you don't live in the Mission, you need winter gears. And since you move around town without a "communicating vases" system in place, you have to be prepared. Either you carry with you a suitcase with a wardrobe for the change of season, or you wear one of these clothes combinations:

#1 CORDUROY SHORTS ( I know, oxymoron), HALTER TOP, MOON BOOTS.
A classic of absurdity although seen with my own eyes!

#2 HOODED HEAVY COAT, SCARF, NO SOCKS, FLIPS FLOPS.
A fitting example of ying and yang.

A perfect day in San Francisco?
Leaving the house covered up and shed layers throughout the day (strip tease San Francisco style).
Lunch in the Mission with ice cold beer ( do not forget the sunscreen). Storage of vitamin D on the lawn in Dolores Park, with the rest of the city's refugee.
Then, by sunset, going back home for a nice cup of hot cocoa in front of the fireplace.


Friday, August 24, 2012

THE PARENTING PARADOX

Or one of them.

How is it, that each one of my four daughters, has a different set of parents?

The parents to the first born, for instance, don't resemble even closely the ones of the fourth.
The ones of the second child I just can't stand, and the ones of the third should be prosecuted.
Nope, we did not enter them in the foster family system, we did it all on our own!

Is being parents of multiple offsprings, necessarily conducive to multiple personality disorder?
Let's look at the data.



DAUGTHER          #1 Danger         #2 Brewster        #3 Perseypony         #4 Tchesky


THE CRYING      If you cry is         If you cry is        Crying is gone.       Mom is gone.
                               all my fault.         all your fault.


THE NAPPING   If you nap,            If you nap,           I am counting         Wake up!!!!!
                               I will buy             I will nap.           to three.....
                               you a lolly
                               pop.


THE BINKY      Sterilized in          Rinsed in             From the mud        Lost the binky.
                             boiling water.       cold water.            to the mouth.


PREESCHOOL The teacher is      The teacher is        The teacher is        The teacher is
                            Mary Poppins      Mary Poppins'       Mrs.Trunchbull.     a stoner.
                                                           assistent.


DIET                 Fresh fruit,           Mac & Cheese         Hot dogs            Candies & chips.
                          fresh veggies,       three times a day.    three times a day.
                          fish, meat, no
                          candies, no chips.


THE FUTURE  Will spend half     Will write a           Will make a lot      President of
                           her paycheck         memoir                money becoming    the United
                           on therapy.           and get even.         a therapist.               States of
                                                                                                                             America.
 
 
 

LE MIE FIGLIE SONO FIGLIE UNICHE

Permettetemi di dimostrarvi un paradosso.

Come e' possibile che ognuna delle mie figlie abbia avuto un paio di genitori diversi?

I genitori della quarta, per esempio, non assomigliano neanche lontanamente a quelli della prima.
Quelli della seconda sono insopportabili. Quelli della terza sono da denunciare e quelli della prima sono da curare. Non le abbiamo date in affido, questa volta io e Lupodimare abbiamo fatto tutto da soli.
Essere genitori multipli, vuol dire avere multipla personalita'?
I dati parlano da soli.


FIGLIE             #1 Danger           #2 Brewster         #3 Perseypony        #4 Tchesky


IL PIANTO      Se piangi mi        Se piangi ti           Niente pianto.        Niente mamma
                             ammazzo.         ammazzo.                                            (pianto ululi',
                                                                                                                       mamma ulula').


LA NANNA     Se dormi ti          Se dormi la          Conto fino a tre..      Svegliati!!!!
                          compro il            mamma si                                               
                          leccalecca.          riposa.



IL CIUCCIO    Sterilizzato per    Risciacquato in       Dal fango alla    Perso il ciuccio.
PER TERRA    cinque minuti.      acqua fredda.           bocca.       



L'ASILO         La maestra            La maestra e'           Il maestro e'          L'asilo e' quello
                        e' Mary                 l'assistente di           un Rastafari.          penale.
                        Poppins.               Mary Poppins.              


LA DIETA     Tanta frutta,          Pasta, tre volte        Hot dogs               Solo patatine 
                       tanta verdura,        al giorno.                tre volte al             e merendine.
                       pesce, carne,                                           giorno.
                       niente patatine
                       niente merendine. 


DA GRANDE Spendera' meta'    Scrivera' un         Guadagnera' un    Presidente degli

                        dello stipendio      memoir e               sacco di soldi       Stati Uniti
                        dal terapista.         pareggera' i            in qualita' di         d' America.
                                                      conti.                         terapista. 

  
 

Wednesday, August 22, 2012

CINQUANTA SFUMATURE DI NERO.


VISITA GUIDATA NEL PIU' GRANDE STUDIO DI FILM PORNO DEL MONDO.
Scusate se e'poco.


C'e' una fortezza moresca nel cuore della Mission che da trentanni giace disabitata, senza neanche una principessa o un drago.
Una fortezza fatta di mattoni e cemento, in questa citta' dove tutte le case sono in legno.

Io ci passo davanti tutti i giorni senza neanche chiedermi cosa sia, col paraocchi come i cavalli.
Poi un giorno vedo svettare la bandiera britannica in cima ad una delle torri.
Il mio primo pensiero e' che Kate e William si trasferiranno nel vicinato. Il mio secondo pensiero e' che devo smetterla di credere alle favole e al lieto fine.
Infatti, dopo un po' di ricerca ho scoperto che i signori del maniero vengono si dalla perfida Albione, ma sono principi di un altro regno: quello dell'industria del film per adulti.
Cinque piani, centosessanta stanze, piu' di sessantamila metri quadrati dedicati alla produzione di pellicole ( anche se non sono piu' pellicole) porno.
Mio marito Lupodimare, solitamente cinico, ha iniziato a credere alle favole, e al lieto fine.

Soprattutto quando gli ho chiesto se voleva accompagnarmi in un tour guidato dell' edificio come regalo di compleanno (suo, o mio, questo e' ancora da stabilire).
Iniziamo con qualche cenno storico, perche' sono sicura che questo e' il motivo per cui siete ancora qui incollati. Il palazzo in se e' stato sede dal 1912 della Armeria di San Francisco, dove la Guardia Nazionale alloggiava e si allettava in esercitazioni ed esplosioni di sorta. Gli artiglieri potevano giocare a Risiko in scala reale e con armi vere. Nel 1973 l'esercito abbandona la fortezza che da allora rimane quasi inutilizzata. Blah, blah, blah, blah........
 E questo ci porta ai giorni nostri quando un imprenditore inglese ( che ha iniziato a fare i suoi primi milioni di dollari girando scene di bondaggio nel suo appartamento nella zona della Marina), ha deciso che per venire incontro alla crescente domanda, il suo bilocale non faceva piu' al caso.
Con la bellezza di quattordici milioni e mezzo in contante, si e' impossessato del maniero e ne e' diventato l'indiscusso feudatario ( un affarone, se ci tenete a saperlo).
 Cosi' e' nato Kink.com, un sito web che soddisfa le fantasie e le velleita' delle maggiori nicchie dell'industria. Nessun feticcio e' negletto a Kink.com, NESSUNO!

PRIMO PIANO (o primo girone)

Ciak si gira
Nel nostro tour guidato, un Virgilio portoricano sulla trentina, ci ha promesso quattro piani di fantasie erotiche ed anche un'occhiata dal buco della serratura su film in azione.

Lotta libera.
Al piano terra, il primo studio in cui siamo entrati assomigliava ad un ring di lotta libera, molto, troppo simile a uno di quelli delle recenti olimpiadi. In questo ring, una volta alla settimana, una coppia di donne o una coppia di uomini lotta per la supremazia. Si puo' visionare l'incontro dal vivo su internet ed e' uno dei siti piu' popolari. Si chiama "Ultimate Surrender", "Resa Finale".
I combattenti sono atleti in tutto e per tutto che per ottenere punti devono riuscire a spogliare l'avversario. Mi hanno garantito che fin dal secondo round i vestiti sono in brandelli. Nel terzo round, per avere punti, e quindi il vantaggio, e' necessario che una delle lottatrici infili qualche parte del proprio corpo in qualche fessura del corpo dell'opponente.
L'arbitro e' meticolosissimo. Il vincitore, o la vincitrice, ha il privilegio di scopare il perdente (se cosi' lo vogliamo chiamare).
A questi incontri si puo' anche partecipare come audience in studio. Basta iscriversi ad una lista d'attesa ed aspettare di essere chiamati. Il mio nome e' stato con nonchalance inserito in questa lista da parti terze. Vedremo.



SECONDO PIANO (o secondo girone)

Legami.

Delle centosessanta stanze, almeno un centinaio sono adibite a sets.
Ti piace farlo in un saloon del far west? Abbiamo il set.
Ti piace farlo ai tempi dei Flintstones? Abbiamo il set.
Ti piace farlo in una macelleria con i quarti di bue appesi? Non c'e' problema.
Questi sets sono acuratissimi e dettagliati. Se il set e' un bar dell'era del proibizionismo, le foto appese al muro sono originali degli anni venti americani. Lo stesso vale per il decor, che, per quanto possibile e' originale ( o se ricostruito, e' storicamente corretto).
Due curiosita'.
La prima: molti dei set sono riciclati da produzioni Hollywoodiane, e molti sono rimanenze prese da  Disneyland ( bara di Biancaneve, macchina della Banda Bassotti........).
La seconda: pare sia vietato filmare scene di sesso in presenza di alcolici. Ovvero, ci possono esssere bottiglie di whiskey e di vodka nella scena, ma devono contenere acqua colorata. Se nella scena c'e' un'orgia, o la modella consenziente viene frustata a sangue va tutto bene, purche' non ci sia neanche un Fernet in zona. O bevi o scopi.
Molte delle stanze in questo piano sono dedicate al bondaggio e alle varie forme di dominazione e tortura attraverso strumenti esterni. 




Ci sono frustini.















Collari , guinzagli, manganelli.

















Manette, collari, catenacci.

A volte qualche immagine vale piu' di mille parole.

Su questo piano inoltre siamo entrati in una stanza decorata Ikea (giuro).
In questo set dal gusto minimal-scandinavo una famosissima professionista e vincitrice di quattro oscar del porno (Bobby Starr, molti di voi sapranno a chi mi riferisco, a me il nome li per li non ha detto niente), usa scariche elettriche per dominare e procurare orgasmi da 110 volt.
Nel pavimento laccato nero c'e' una botola dove la modella inserisce la testa, lasciando il resto del corpo alle smanie della sado-elettricista.
Le modelle agiscono di propria volonta', conoscono i propri limiti e pare che ritornino settimanalmente per rinnovare la permanente. Hanno chiesto ad alcuni di noi del tour di provare la botola. Per fortuna hanno trovato una volontaria che non fossi io. Come vedete dalla foto questa e' la posizione piu' comoda. Solitamente la modella e' nuda.
Adesso pero' non vi fate venire strane idee.



TERZO PIANO ( o terzo girone)

Incontri ravvicinati(del terzo piano)

Al terzo piano ci sono i camerini e le stazioni per il trucco e i capelli.
Al terzo piano ci sono anche infinite stanze dove si puo' fare la live-chat e dove comodamente da casa vostra potete accedere alla fantasia che piu' vi ispira. Ce le hanno tutte, ma se non ce le hanno ve le preparano a-la-carte. Basta pagare, i sogni son desideri.
Mentre eravamo nell'atrio del terzo piano e' apparsa, come Venere dalle acque, una modella. Io non ci ho fatto molto caso perche' ero impegnata a guardare piuttosto la reazione di Lupodimare, che grazie al suo radar di marinaio e' stato il primo ad avvistarla. La modella ancheggiando con destrezza e' riuscita a passare la cortina del tour, cosa non facile visto che molti di noi sono stati colti da paralisi.
Sembrava si fosse materializzato un unicorno. Di lei dal delcollete' trabordante, ricordo solo un colpo di coda di cavallo ed un profumo di peccato.


SOTTERRANEI (o girone dei dannati)

In mezzo scorre il fiume.

Prima di completare l'ascesa al quarto ed ultimo piano, lasciatemi dire qualcosa dei sotterranei, o segrete.
Al di sotto dell'intero edificio scorre un torrente che a volte allaga l'intero basamento lasciando una patina sui muri quando sussiede. L'effetto e' da film dell'orrore piu' che da film dell'ardore. Bisogna fare attenzione ai rivoli d'acqua che scorrono sul pavimento, si sente il fruscio della corrente.
Il torrente Mission, incanalato.

L'eco solamente fa accaponare la pelle. Questo set naturale viene usato moltissimo. Neanche volendo, se ne potrebbe costruire uno uguale.

La Vergine di Norimberga
Le scene girate in questa parte del palazzo sono per i duri di stomaco. Stupri, camera delle torture....insomma roba forte a cui preferisco non pensare.

Kung fu Panda
Nei sotterranei non e' proprio tutto sinistro.
Per esempio girato un'angolo e aperta una porta mi trovo di fronte ad un mucchio di costumi da panda(?). Ho dovuto indagare.
I costumi da panda e la loro storia.
I costumi appartengono ad una produzione famosissima che e' diventata ormai un cult del genere.Vi riassumo in poche parole la trama:

"Ragazza va a dormire e ha un incubo in cui e' presente un Panda; al suo risveglio esce di casa e si accorge di essere circondata da Panda giganti: sull'autobus, al bar, dal commercialista............ad un certo punto un manipolo di questi Panda la insegue, la accerchia e la stupra.
                           The End


Ed ecco i famosissimi panda sporcaccioni.
                        The End


Nei sotterranei ci sono anche magazzini che contengono le enormi damigiane di lubrificante che sono necessarie perche' nelle scene vada tutto liscio ( scusate il gioco di parole).
Lubrificante pronto per l'uso.






























QUARTO PIANO ( quarto ed ultimo girone)

Lusso e lussuria.
In confronto agli altri gironi infernali il quarto piano e' un'ascesa al paradiso ( o alla mia idea di come il paradiso dovrebbe essere arredato).
Lo stile Edwardiano pervade. Sete, broccati, tappeti persiani,velluti. Tutti rigorosamente rossi. Candelieri, dipinti di caccia alla volpe, bronzi di Riace. Su questo piano una web camera e' accesa 24 ore su 24 e chiunque puo' avere accesso agli eventi che accadono in questi saloni. C'e' uno staff fisso composto da maggiordomo, governante, steward, qualche servetta........manca solo il te' delle cinque. A questo cast si aggiungono, a seconda, diversi attori in diversi ruoli.

E' come guardare una fiction, dove pero' la cameriera che versa il latte per sbaglio, viene appesa al lampadario o incatenata al tavolo. C'e' una trama di base che cambia a seconda dei suggerimenti che il pubblico interattivo invia tramite una chat. "La governante dovrebbe essere messa a pecorina e sculacciata" e' per esempio uno dei suggerimenti fatti da casa. Una volta a settimana, i membri di questa audience on-line vengono invitati a cena. Anche qua, rispettando una lista d'attesa, la fantasia puo' coincidere con la realta'. La cena avviene davvero, con una trentina di invitati per volta. Il menu' mi e' sconosciuto.

In queste foto alcuni esempi di arredamento inizio novecento con un palo da lap dance, inizio novecento.










Le due quasi due ore del tour sono volate.
Nessuno di noi era pronto ad abbandonare il palazzo.
Un'esperienza piacevole direi.

VOTO da uno a dieci: otto Viagra e mezzo.

Dimenticavo. All'uscita, girato l'angolo, ci siamo imbattuti in questa ragazza arrampicata al muro.
Se stesse cercando di entrare o scappare non era chiaro.

FIFTY SHADES OF BLACK.

My guided tour inside the world's biggest porn studio.



There's a Moorish fortress in the Mission district that has been lying abandoned for over thirty years, without any remnants of a princess or a dragon.
It's majestic and made of bricks and concrete; it can hardly pass unnoticed.
I have been driving by every day, never wondering about it.
Then one day I see the Union Jack flapping from one of the towers. My first thought is that William and Kate will move into the neighborhood. My second thought is that I should stop believing in fairy tales and happy endings. The lords of the manor are indeed British, but the kingdom they oversee is the one of the adult-film industry.
Five stories, one hundred and sixty rooms, 200,000 square feet , completely dedicated to the production of porn.
My husband Sam iAm, usually cynical, has suddenly started believing in fairy tales and happy endings.
Especially when I asked him to accompany me on a tour as a birthday present ( my birthday or his birthday I'm not sure yet).
Let's start with a little bit of history, shall we?
The building itself was built in 1912 to function as the Armory for the National Guard.
Then in 1973 the National Guard moves and gives up the building and blah blah blah blah......
And this takes us to the present days, when an English entrepreneur, who initially made his fortune shooting bondage videos from his two bedroom apartment in the Marina, realizes that the two bedrooms just won't do any more.
Kink. com is born and so is the king of BDSM ( the acronym stands for : bondage, domination, sado masochism....or something like that). The building has been acquired for a mere fourteen and a half millions. A steal if you ask me.
Kink.com  tries to satisfy every possible fetish that you might think of, and many more that would never come to your mind (or mine).
No niche has been left behind, so to speak.
Let's see how.


First floor (or first circle of hell)

.......and ACTION!
Before our tour starts our twenty something Puerto Rican Virgil, promises the climb up four stories of sexual fantasies, and maybe a peek through the keyhole on a couple of shoots.

Ultimate surrender.
On the first floor, the first studio we are entering looks just like one of the wrestling rings from the recent Olympics.
Once a week a fight is held, and broadcast live and unscripted, on the internet. Two women, or two men wrestle for supremacy. In order to gain points and to win, the athletes have to get the opponent naked. I was guaranteed that by round two the clothes are all but gone (yes, they are that good). In round three the goal is to stick some part of ones body into some parts of the other's  body. As simple as that. The referee is meticulous. The winner gets to fuck the loser (pardon my Latin).
One can be part of the live audience in these sort of matches. You just enter a waiting list and you wait for your turn. I have an inkling my name was entered by a third party. We'll see.......


Second floor (or second circle of hell)

Tie me up, tie me down.

Of the 160 rooms, at least a hundred are movie sets. And these sets are all different.
Do you like to do it in a old Western saloon? They've got it.
Do you like to do it Flintstones stile? They've got it.
Do you like the allure of a butcher cell, with quartered cows hanging on hooks? No problem.
These sets are very detail oriented and try very hard to portray authenticity, either by using original pieces from the era, or by recreating them as faithfully as possible.
A little scoop: many of the props are recycled from disused Disneyland sets ( it is, after all, the fucking happiest place on earth!).
Another curiosity: it is against the law to shoot a scene in the presence of ..........children? Nuns?
Guess again! The correct answer is ALCOHOL. There could be bottles of bourbon or vodka in the scene that is being filmed, but they must contain colored water (?).
If in the scene somebody is flogged, hogtied, spanked, it is quite all right, as long as there's not even one Cosmo in sight. Either you drink or you fuck, not both.
Many of the rooms on this floor are dedicated to bondage and domination achieved by several different tools.




There's floggers.

Collars, leashes, handcuffs.

















Chains and batons.
















Sometimes a good image is worth a thousand words.

In this floor we also visited a room completely decorated by Ikea (I am not joking).
In this set of minimal-Scandinavian flair a very famous dominatrix, uses electric shock to induce 110 Volt orgasms. Bobby Starr ( the name did not ring a bell to me, but what do I know?) won four Oscars (or whatever the award for porn is called) last year alone.
On the sleek black floor there's a well where the model can insert her head leaving her body to the whim of the sado-electrician.
I was assured all the models are consenting and well aware of their limits. In fact they told me they keep coming back( if nothing else to refresh their perm, I assume).

They asked if any of us would like to volunteer and try to put their head in the trap. For once my husband did not volunteer me. As you can see from the picture, this is the only position you manage to hold. Usually the model is naked.
And now don't get any ideas.









Third floor (or third circle of hell)

Close encounters (of the third floor).

On the third floor you find the dressing rooms and the hair and make up stations.
On the third floor there are also many rooms where the live chat operators work. You can comfortably access your darkest fantasies from your home: a-la-carte.
While we were waiting to ascend to the next floor a model appeared like Venus out of the waters.
Everybody in the tour froze in place, stoned by the sight of this buxom Medusa. 
And then she was gone, with a flip of her tresses, leaving behind a sweet smell of sin.


Dungeons (and dragons)

Before getting to the top I have to open a parenthesis about the basement of the building.

A river runs through it

If you ever wondered what happened to the Mission Creek, wonder no more.
The Mission Creek is alive and flowing right under the Armory. Trough the basement, which is considered the biggest set of the whole enterprise,  the water finds its  way to China Basin. The flow is somehow channeled now, but on the walls and the huge pillars you can still see the ebb and flow of the past hundred years.
The Mission Creek.
You could not build a creepier set if you wanted to.  

The scene shot in this part of the building are to much even for me ( a horror movie fan) and I'd rather not dwell on them.















Kung Fu Panda.

But it's not all sinister down in the dungeons. For instance I also came upon a storage room with a bunch of panda costumes(?). Of course I had to ask.
The Pandas and their story.
The costumes are the heritage of a production that has become somewhat of a cult.
The movie went somewhat like this: "Girl home alone goes to sleep and has a nightmare about a giant panda. When she goes out the next day she realizes everybody around her is a giant panda. On the subway, at the grocery store, at the dentist.......Suddenly a bunch of these pandas start chasing her, surround her and do things to her that no panda should even dream of."
                               The End


And this is the picture of the kinky pandas.
                               The End

















In the storage rooms we also came upon giant
barrels of lubricant. That's how much is needed so that each scene runs smooth (no pun intended).
Fourth floor (and last circle of hell)

Downton Abbey

As you might guess this was my favorite floor.  
Imagine going up the steps and finding yourself in the library of the Earl of Gratham. Silks, brocades, velvets, Persian rugs, all predominately red. And then chandeliers, bronze statues, paintings depicting fox hunts. Everything strictly Edwardian (or trying to be). 

A staff composed by a steward, a butler and a governess is in attendance. There are occasional additions. A web cam is on 24 hours. Everything that happens on the fourth floor can be viewed live by a community of nostalgic peepers.
Not only, the scene can be manipulated by these viewers through a chat line. For instance, if a maid spills the tea , the financial adviser from Fresno could recommend a spanking ( spanking being sort of a soft petting, or an ice breaker up here).  Once a month there's a dinner party held in the main salon where about thirty members of the audience can attend and become part of the action. There is the usual wait list system: first come first served (again, non pun intended). Unfortunately I was not able to get a hold of the menu. In a city like San Francisco I don't expect anything shorter than the Zagat.


Here an example of Edwardian drawing room (with Edwardian dance pole).

















The close to two hours tour almost flew by. Nobody was quite ready to leave. Overall a very pleasant experience.
Outside the building and around the corner we came upon a woman climbing the wall, I couldn't tell if she was trying to get in.........or out!

Friday, August 3, 2012

CINQUANTA SFUMATURE DI BLU

Ci sono posti in cui il tempo non esiste.
Quale miglior ragione per tornare in questo posto ancora ed ancora.
Immaginate un villaggio ed immaginatelo eterno.
Una collina che e' la punta del mondo, asse delle rotazioni e rivoluzioni dei secoli,
 l'occhio dell'uragano del pianeta.
Immaginate Cornice.
 
Cornice
Numero di abitanti : quindici. Tutti, piu' o meno, imparentati con me.
La cosa piu' bella di Cornice e' che niente cambia. Mai!
La cosa piu' brutta di Cornice e' che niente cambia. Mai!
Prendete la sua gente, per esempio: mi sembravano vecchi quando io ero giovane; adesso non sono mutati di una virgola.
Coltivano il loro cibo, imbottigliano un vino fatto da loro.
Queste persone non hanno molto da dire, ma le loro scarse parole riescono a venire al dunque e a non risparmiarvi nulla.
In queste terre di Liguria, dove i monti si tuffano nel mare come non ne potessero fare a meno, opposti come piacere e dolore sono le due facce della stessa medaglia.
Ritorno qua per i sassi sulla spiaggia, per come fanno male a camminarci sopra, e per come questo dolore conduca all' estasi, quando finalmente riesci a tuffarti in acqua.
Per lo stesso motivo qui i migliori ristornati si trovano in posti improbabili. Cosicche' bestemmierete tre volte e vomiterete due, prima di godervi un piatto di ravioli come Dio comanda.
Non so se la mia gente ha inventato le pratiche sadomaso, ma le ha perfezionate nel tempo.
Niente sembra facile, e se lo e' davvero, diffidate.
Questo e' un posto dove anche i colori non quadrano:
il blu degli alberi, il verde del mare, le case di corallo.
In qualche modo pero', hanno perfettamente senso.
 
Manarola.
Ritorno qua per le occhiate che mi danno nei vicoli, i pescatori mentre rammendano le reti.
E ad ogni passo immagino ogni nodo stringersi attorno alla mia pelle, un po' di piu'.
(Va be', non ho neanche visto mezzo pescatore durante questa vacanza; ma giurerei che il macellaio del caruggio mi avrebbe legata volentieri come un arrosto!).
Perche' non importa se sei bella, brutta, attempata o miss Italia, qui troverai sempre qualcuno che ti spoglia con gli occhi. E per quanto sia  fastidioso ed offensivo, e' anche divino.
La Liguria d'estate profuma di sesso ( un misto di menta basilico e uva fermentata), ha il sapore del sesso (per me, di gnocchi al pesto) ed e' gentile ma allo stesso tempo ti strapazza come il migliore degli amanti. Aggiungete a tutto questo la calura di un pomeriggio di Luglio, un concerto di cicale, un vinello bianco di Cornice ( consiglio "I piani") e avrete la migliore pozione d'amore.




Dedicato a Gian.